La fine degli ammortizzatori sociali emergenziali e il ritorno a quelli ordinari: quali prospettive?

Durante la pandemia da Covid-19 le sospensioni delle attività lavorative e le contrazioni di lavoro hanno indotto i datori di lavoro a richiedere l’intervento degli ammortizzatori sociali di matrice emergenziale e, nondimeno, hanno consentito di accantonare il ricorso a quelli ordinari. Mauro Marrucci, esperto di Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, si occupa del tema nel suo contributo su Leggi di Lavoro n.  3/2021*. Dopo una breve ricognizione degli strumenti introdotti dal legislatore, la cui funzione è stata anche quella di salvaguardare il patrimonio di competenze e risorse umane delle aziende, traccia i contorni dell’attuale impianto normativo che di volta in volta ha prorogato il blocco della possibilità di recesso datoriale dal rapporto di lavoro per ragioni economico-organizzative. Per poi soffermarsi sugli scenari futuri: nelle more della riforma annunciata, ci sarà un ritorno al passato?

Per saperne di più leggi ora l’articolo integrale

* Chiuso in redazione il 24 maggio 2021