Sicurezza del luogo di lavoro e obbligatorietĂ  (presunta) della vaccinazione

La sicurezza sul lavoro è stato uno dei temi caldi della pandemia, portando con sé numerose riflessioni su come tutelare al meglio la salute dei lavoratori. Dalla fine del 2020, con l’introduzione delle prime dosi vaccinali l’attenzione si è accesa sull’obbligatorietà di somministrazione negli ambienti di lavoro e ancor più sulle possibili conseguenze qualora i lavoratori manifestassero dissenso al trattamento vaccinale. Orazio Parisi, Direttore Centrale Ispettorato Nazionale del Lavoro, su Leggi di Lavoro n. 3/2021, partendo dai dettami costituzionali, ricostruisce l’iter dell’obbligatorietà dei vaccini all’interno delle aziende soffermandosi sui contenuti del D.L. n. 44/2021.

Vuoi approfondire il tema? Sfoglia ora la rivista digitale o abbonati gratuitamente come Consulente del Lavoro