L’esonero contributivo del decreto “Ristori”

L’art. 12 del D.L. n. 137/2020, ripercorrendo la strada tracciata dal DLn. 104/2020, ha disciplinato l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per i datori di lavoro che non abbiano richiesto i trattamenti di integrazione salariale previsti al Decreto “Ristori”. L’Inps ha fornito le prime indicazioni in materia con la circolare n. 24/2021, sulle quali si sofferma Mauro Marrucci, esperto di Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, su Leggi di Lavoro n.2/2021. L’Istituto ha annunciato un successivo intervento di prassi relativo ai codici di autorizzazione oltre che alle modalità di compilazione delle dichiarazioni contributive per i datori di lavoro beneficiari. Il beneficio è concesso ai sensi del cosiddetto “Temporary Framework” adottato dalla Commissione per fronteggiare la crisi da Covid – 19 e, in quanto tale, è soggetto a limiti e condizioni.

Per saperne di più sfoglia la rivista digitale