Proroga automatica dei contratti: un inutile lampo nella normativa emergenziale

Mauro Marrucci, esperto della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, nell'articolo pubblicato sul nuovo numero di Leggi di Lavoro, evidenzia le contraddizioni normative della proroga automatica dei contratti, rimasta in vigore soltanto per 28 giorni, e che l’esperto definisce “una norma che non c'è”. Infatti - ricorda l'esperto - la disposizione è stata introdotta dall'art. 93, comma 1-bis, del D.L. n.34/2020 con effetti dal 19 luglio ed è stata abrogata subito dopo dal D.L. n. 104/2020, c.d. Decreto Agosto, a partire dal 15 agosto 2020. Marrucci analizza, innanzitutto, l'ambito di applicazione della norma, che appare incerto considerata anche l'ambiguità del termine utilizzato, "attività lavorativa"; concentrandosi sulle tipologie di contratti interessati dalla normativa, ovvero i contratti di apprendistato, a temine e di somministrazione a tempo determinato.

Per saperne di più