Le regole attuali sono utili o antitetiche al mondo del lavoro del futuro?

Adattare, modernizzare, semplificare e soprattutto agevolare: queste le parole chiave contenute nell’editoriale a firma del Presidente della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, Rosario De Luca, che apre il n.4/2020 di Leggi di Lavoro. Partendo dalla centralità della piccola e media impresa, De Luca ribadisce la necessità di favorire la ripresa con politiche di investimento concrete che evitino - invece di facilitare - il diffondersi della criminalità organizzata e delle multinazionali estere. De Luca sottolinea come semplificare, in questa fase storica, significhi mettere i cittadini nelle condizioni di poter godere dei loro diritti. Le sfide attuali, e future, del mondo del lavoro richiedono regole straordinarie, che si distacchino dal passato, rispondendo alle esigenze del mercato di oggi senza determinare un effetto “doping”. “L’esempio più emblematico è la scelta di affidare a un decreto la conservazione della stabilità occupazionale del Paese. Da che mondo e mondo i posti di lavoro non si creano per decreto, ma neanche si conservano per decreto”, precisa il Presidente.

Leggi l’editoriale