Con il codice di autoregolamentazione lo sciopero del Consulente del Lavoro diventa un diritto Costituzionale

a cura di Daniela De Luca

Le Sezioni Unite penali della Corte di Cassazione (sent. 40187/14 del 29.9.2014) si sono occupate del diritto di sciopero dei professionisti (in particolare degli avvocati), ed hanno puntualizzato alcuni importanti princìpi che trovano piena applicazione anche per le astensioni dei Consulenti del Lavoro. In sostanza, si trattava di chiarire l’ambito di operatività ed il valore della normativa regolamentare emanata in attuazione della legge n. 146/1990, che disciplina l’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, e comprendere se l’adesione del difensore all’astensione collettiva di categoria configuri una mera libertà o un vero e proprio diritto avente fondamento costituzionale.