Il licenziamento collettivo del dirigente deve coinvolgere il sindacato

 

Secondo la Corte di Cassazione, la mancata comunicazione di avvio della procedura di licen­ziamento collettivo da parte del datore di lavoro all’associazione sindacale, indicata quale la più rappresentativa dei dirigenti nell’ambito del settore merceologico, rende illegittimo il licenziamento del dirigente ai sensi della Legge n. 223/1991. Muovendo dalla sentenza n. 2227 del 25 gennaio 2019, Mauro Marrucci, esperto della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, ne esamina motivazioni e implicazioni sul n. 2/2019 di “Leggi di Lavoro”, per mostrare come la comunicazione iniziale al sindacato assuma una funzione centrale e non solo formale. Per leggere l’articolo completo è necessario abbonarsi alla rivista.