Privacy: il ruolo del Responsabile Protezione Dati

Il Regolamento (UE) 2016/679 pone “nuove sfide”, a partire dal cambiamento di prospettiva sulla privacy: se prima era il legislatore a dettare le norme, con un’Autorità che vigilava e sanzionava, ora è il titolare del trattamento dei dati a doversi autodisciplinare, secondo il principio della cosiddetta “accountability”. A descrivere il nuovo approccio normativo è Augusta Iannini, Vicepresidente dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali, nella lectio magistralis pubblicata sul numero di novembre-dicembre di Leggi di Lavoro. In parte, questo approccio alla “responsabilizzazione” si realizza attraverso l’apparato sanzionatorio, ma è l’intervento delle Authority a garantire l’applicazione uniforme delle regole.

Leggi il contributo

Iscriviti al master breve “Il Responsabile della Protezione Dati” (DPO) – 2° edizione