Lauree, le vie del riscatto

Nella riforma del welfare, accanto a Quota 100, il governo ha inserito anche alcune nuove forme di riscatto della laurea: il riscatto agevolato “scontato” per chi ha studiato dopo il 1995, di tipo stabile, e la pace contributiva, di natura temporanea. Interventi finalizzati a incrementare i contributi dei più giovani, nell’ottica dello spostamento in avanti della data di pensionamento basata sull’anzianità, senza prevedere tuttavia alcuna agevolazione per la previdenza complementare. Il tema è approfondito da Antonello Orlando, esperto della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, su Leggi di Lavoro di luglio-agosto 2019, mettendo in luce in particolare i pro e i contro delle nuove misure. Leggi l’articolo.